La chimica
 

Vermi dalla frutta ?

Kernelio 10 Set 2017 22:06
Ho lasciato per alcuni giorni la monnezza del biologico,
senza buttarla ,e poi ho visto che c'erano dei vermi , larve di *******

Il sacchetto conteneva bucce di melone ( quelli gialli ) e torsoli
di pesca.


Le proteine da dove arrivano ?

Meloni e pesche non hanno proteine, i vermi come fanno a svilupparsi ?
*GB* 10 Set 2017 23:16
Il 10/09/2017 22:06, Kernelio ha scritto:

> Ho lasciato per alcuni giorni la monnezza del biologico,
> senza buttarla ,e poi ho visto che c'erano dei vermi , larve di *******
>
> Il sacchetto conteneva bucce di melone ( quelli gialli ) e torsoli
> di pesca.
>
> Le proteine da dove arrivano ?
>
> Meloni e pesche non hanno proteine, i vermi come fanno a svilupparsi ?

https://www.healthaliciousness.com/articles/fruits-high-in-protein.php

Il melone (#9) ha 0,8 g/hg di proteine e la pesca (#10) ne ha 0,9 (1,1
la nettarina #7). Per una larva di ******* sono più che sufficienti.

Bye,

*GB*
*GB* 10 Set 2017 23:46
Il 10/09/2017 23:16, *GB* ha scritto:

> https://www.healthaliciousness.com/articles/fruits-high-in-protein.php
>
> Il melone (#9) ha 0,8 g/hg di proteine e la pesca (#10) ne ha 0,9 (1,1
> la nettarina #7). Per una larva di ******* sono più che sufficienti.

Dati più precisi sul sito USDA (raw = crudo):

https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2274
09181, Melons, cantaloupe, raw
Water 90.15 g/hg
Energy 34 kcal
Protein 0.84 g/hg
Fat 0.19 g/hg
Sugars 7.86 g/hg
Folate 21 mcg/hg
Vit. A 169 mcg/hg

https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2311
09236, Peaches, yellow, raw
Water 88.87 g/hg
Energy 39 kcal
Protein 0.91 g/hg
Fat 0.25 g/hg
Sugars 8.39 g/hg
Folate 4 mcg/hg
Vit. A 16 mcg/hg

https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2279
09191, Nectarines, raw
Water 87.59 g/hg
Energy 44 kcal
Protein 1.06 g/hg
Fat 0.32 g/hg
Sugars 7.89 g/hg
Folate 5 mcg/hg
Vit. A 17 mcg/hg

Bye,

*GB*
Soviet_Mario 11 Set 2017 00:12
Il 10/09/2017 22:06, Kernelio ha scritto:
>
> Ho lasciato per alcuni giorni la monnezza del biologico,
> senza buttarla ,e poi ho visto che c'erano dei vermi , larve
> di *******
>
> Il sacchetto conteneva bucce di melone ( quelli gialli ) e
> torsoli
> di pesca.
>
>
> Le proteine da dove arrivano ?
>
> Meloni e pesche non hanno proteine,

abbiamo scoperto nuove forme di vita le cui cellule non
hanno proteine. Roba da Nobel

> i vermi come fanno a
> svilupparsi ?

usano quelle, perché un po' ce ne sono.
Anche il discorso della eventuale incompletezza (o meglio
squilibrio) delle proteine di melone e pesca, nel senso
dello spettro aminoacidico non bilanciato, probabilmente è
meno rilevante per i vermi che per noi.
Noi abbiamo una decina di aminoacidi essenziali (otto in
senso stretto, alcuni in senso relativo), ma probabilmente
gli organismi semplici ne hanno meno o forse persino nessuno.

Inoltre è possibile che questi organismi semplici abbiano
un'azione di risparmio proteico più efficiente di noi, per
cui se ne fanno bastare poche, eliminando pochissimo azoto,
a patto di avere energia (da carboidrati vari ad es.). Anche
gli insetti sono straordinariamente bravi a conservare l'azoto.

Un'altra cosa spesso fuorviante è considerare la percentuale
calcolata sull'alimento tal quale piuttosto che riferimenti
più solidi come il peso secco, o anche la frazione in
energia che un dato nutriente apporta rispetto all'energia
totale.
L'acqua, che in meloni e pesche è abbondantissima superando
il 90 %, è soltanto fuorviante. Siccome il cibo sazia poco,
il ******* ne divora molte volte il suo peso, e l'acqua in
eccesso la elimina senza conseguenze. Per cui la povertà
proteica calcolata sul residuo secco è assai più apparente
che reale, diciamo.

Oltretutto, strano che tu non ci abbia pensato, ma ci sono
una varietà di animali anche di taglia enorme (pensa a
bisonti, buoi muschiati, bufali, alci) che mangiano roba
persino meno ricca della buccia di melone : erba e arbusti.
Hanno poche unità % di proteine, eppure quelle bestie
mettono su una tonnellata di muscoli. Mangiano gran parte
della giornata però, perché il grosso è acqua. E sul lato
energia, i batteri che hanno nel rumine li aiutano demolendo
la cellulosa, inutile quasi per tutti, e ricavando zuccheri.

Scusa se te lo dico un po' ruvidamente, ma oltre a porti
legittime domande, leggiucchia un po' su wikipedia qua e là,
perché l'impasse in cui ti sei messo sembra dovuto ad un
approccio preconcetto, da scienza dell'alimentazione in
pillole come si vede in TV o si legge su Focus :\


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
*GB* 11 Set 2017 01:58
Il 11/09/2017 00:12, Soviet_Mario ha scritto:

>> Meloni e pesche non hanno proteine,
>
> abbiamo scoperto nuove forme di vita le cui cellule non hanno proteine.
> Roba da Nobel
>
>> i vermi come fanno a svilupparsi ?
>
> usano quelle, perché un po' ce ne sono.

Nella mia replica ho già mostrato che melone e pesca sono frutti a
relativamente alto contenuto proteico (circa 1 grammo per 100 grammi di
parte edibile), per cui alle larve di ******* basteranno di certo.

> Anche il discorso della eventuale incompletezza (o meglio squilibrio)
> delle proteine di melone e pesca, nel senso dello spettro aminoacidico
> non bilanciato, probabilmente è meno rilevante per i vermi che per noi.

Supponiamo che non sia così, e che le larve di ******* (è improprio
chiamarle vermi) necessitino degli stessi nostri aminoacidi essenziali.
Nel link USDA che avevo dato relativamente al melone:

https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2274
09181, Melons, cantaloupe, raw

se clicchi su Full Report (All Nutrients) e scorri la tabella, trovi le
quantità di ciascun aminoacido contenuto. Da quelle puoi calcolare se il
melone è più o meno bilanciato. Non avevi realizzato un ******* Excel che
ti dava la risposta immettendoci quei dati?

Bye,

*GB*
Kernelio 11 Set 2017 16:40
On 10/09/2017 23:16, *GB* wrote:
> Il 10/09/2017 22:06, Kernelio ha scritto:
>
>> Ho lasciato per alcuni giorni la monnezza del biologico,
>> senza buttarla ,e poi ho visto che c'erano dei vermi , larve di *******
>>
>> Il sacchetto conteneva bucce di melone ( quelli gialli ) e torsoli
>> di pesca.
>>
>> Le proteine da dove arrivano ?
>>
>> Meloni e pesche non hanno proteine, i vermi come fanno a svilupparsi ?
>
> https://www.healthaliciousness.com/articles/fruits-high-in-protein.php
>
> Il melone (#9) ha 0,8 g/hg di proteine e la pesca (#10) ne ha 0,9 (1,1
> la nettarina #7). Per una larva di ******* sono più che sufficienti.
>
> Bye,
>
> *GB*

Ecco, credevo che il melone e la pesca fossero privi di proteine, invece
non lo sono.
Kernelio 11 Set 2017 17:01
On 10/09/2017 23:46, *GB* wrote:
> Il 10/09/2017 23:16, *GB* ha scritto:
>
>> https://www.healthaliciousness.com/articles/fruits-high-in-protein.php
>>
>> Il melone (#9) ha 0,8 g/hg di proteine e la pesca (#10) ne ha 0,9 (1,1
>> la nettarina #7). Per una larva di ******* sono più che sufficienti.
>
> Dati più precisi sul sito USDA (raw = crudo):
>
> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2274
> 09181, Melons, cantaloupe, raw
> Water 90.15 g/hg


A pensarci bene ho lasciato varie volte la pasta, ma mai sviluppatisi versi.

La pasta ha il 7% circa di proteine.

Come mai non fa vermi?



> Energy 34 kcal
> Protein 0.84 g/hg
> Fat 0.19 g/hg
> Sugars 7.86 g/hg
> Folate 21 mcg/hg
> Vit. A 169 mcg/hg
>
> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2311
> 09236, Peaches, yellow, raw
> Water 88.87 g/hg
> Energy 39 kcal
> Protein 0.91 g/hg
> Fat 0.25 g/hg
> Sugars 8.39 g/hg
> Folate 4 mcg/hg
> Vit. A 16 mcg/hg
>
> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2279
> 09191, Nectarines, raw
> Water 87.59 g/hg
> Energy 44 kcal
> Protein 1.06 g/hg
> Fat 0.32 g/hg
> Sugars 7.89 g/hg
> Folate 5 mcg/hg
> Vit. A 17 mcg/hg
>
> Bye,
>
> *GB*
*GB* 11 Set 2017 20:57
Il 11/09/2017 17:01, Kernelio ha scritto:

> A pensarci bene ho lasciato varie volte la pasta, ma mai sviluppatisi
> versi.
>
> La pasta ha il 7% circa di proteine.
>
> Come mai non fa vermi?

Attenzione che la tua osservazione di larve sviluppatesi su avanzi di
frutta dimostra che esse possono nutrirsene, ma la tua mancata
osservazione di larve sviluppatesi sulla pasta non dimostra nulla.

Infatti un motivo per cui non hai trovato larve sulla pasta può essere
che la ******* è stata attratta dall'odore di frutta o di carne e ha
preferito deporre le uova altrove. Senza uova, niente larve.

Un'altra possibilità riguarda il contenuto di acqua della frutta:
essendo molto alto, la frutta impiega molto tempo (a meno che non stia a
seccare al sole) per disidratarsi completamente, per cui sotto la
superficie essiccata le larve ci trovano ancora abbastanza acqua per
svilupparsi. Invece la pasta tende a essiccarsi in maniera più omogenea,
così se le larve non ci trovano abbastanza acqua (allo stato liquido,
non di cristallizzazione), non possono svilupparsi.

Bye,

*GB*
VITRIOL 11 Set 2017 21:03
Il 11/09/2017 17:01, Kernelio ha scritto:

> Come mai non fa vermi?

Sono celiaci :-P

--
Saluti
VITRIOL
Soviet_Mario 11 Set 2017 21:34
Il 11/09/2017 17:01, Kernelio ha scritto:
> On 10/09/2017 23:46, *GB* wrote:
>> Il 10/09/2017 23:16, *GB* ha scritto:
>>
>>> https://www.healthaliciousness.com/articles/fruits-high-in-protein.php
>>>
>>>
>>> Il melone (#9) ha 0,8 g/hg di proteine e la pesca (#10)
>>> ne ha 0,9 (1,1 la nettarina #7). Per una larva di *******
>>> sono più che sufficienti.
>>
>> Dati più precisi sul sito USDA (raw = crudo):
>>
>> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2274
>> 09181, Melons, cantaloupe, raw
>> Water 90.15 g/hg
>
>
> A pensarci bene ho lasciato varie volte la pasta, ma mai
> sviluppatisi versi.
>
> La pasta ha il 7% circa di proteine.

la pasta di grano duro, SECCA (da confezione) sta attorno al
13 % (quasi il doppio) in realtà.
Ovviamente da cotta la percentuale "apparente" crolla,
triplicando di peso. Ma come prima, il contenuto d'acqua
andrebbe scorporato dall'*****isi della dieta e tenuto come
voce a parte.

>
> Come mai non fa vermi?

non ha acqua ed è estremamente dura e compatta.
La farina invece, in particolare integrale (che è
notevolmente più ricca di milerali e vitamine, e anche
grassi pregiati), fa i vermi eccome, e in fretta.
Ma probabilmente un tipo di ******* estremamente parco nella
gestione "idrica".


>
>
>
>> Energy 34 kcal
>> Protein 0.84 g/hg
>> Fat 0.19 g/hg
>> Sugars 7.86 g/hg
>> Folate 21 mcg/hg
>> Vit. A 169 mcg/hg
>>
>> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2311
>> 09236, Peaches, yellow, raw
>> Water 88.87 g/hg
>> Energy 39 kcal
>> Protein 0.91 g/hg
>> Fat 0.25 g/hg
>> Sugars 8.39 g/hg
>> Folate 4 mcg/hg
>> Vit. A 16 mcg/hg
>>
>> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2279
>> 09191, Nectarines, raw
>> Water 87.59 g/hg
>> Energy 44 kcal
>> Protein 1.06 g/hg
>> Fat 0.32 g/hg
>> Sugars 7.89 g/hg
>> Folate 5 mcg/hg
>> Vit. A 17 mcg/hg
>>
>> Bye,
>>
>> *GB*
>

cavoli ne hanno meno ancora di quanto ricordassi.
Ad ogni modo non sono poi sbilanciatissime. Per uso umano,
si consiglia una dieta in cui le proteine siano tra il 10 e
il 15 % delle calorie totali. In questa frutta, che è a
ragione ritenuta poco proteica, si viaggia poco sotto il 10
%. Insomma lungi dall'essere aproteiche in senso assoluto.


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
Soviet_Mario 11 Set 2017 21:44
Il 11/09/2017 21:34, Soviet_Mario ha scritto:
> Il 11/09/2017 17:01, Kernelio ha scritto:
>> On 10/09/2017 23:46, *GB* wrote:
>>> Il 10/09/2017 23:16, *GB* ha scritto:
>>>
>>>> https://www.healthaliciousness.com/articles/fruits-high-in-protein.php
>>>>
>>>>
>>>> Il melone (#9) ha 0,8 g/hg di proteine e la pesca (#10)
>>>> ne ha 0,9 (1,1 la nettarina #7). Per una larva di *******
>>>> sono più che sufficienti.
>>>
>>> Dati più precisi sul sito USDA (raw = crudo):
>>>
>>> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2274
>>> 09181, Melons, cantaloupe, raw
>>> Water 90.15 g/hg
>>
>>
>> A pensarci bene ho lasciato varie volte la pasta, ma mai
>> sviluppatisi versi.
>>
>> La pasta ha il 7% circa di proteine.
>
> la pasta di grano duro, SECCA (da confezione) sta attorno al
> 13 % (quasi il doppio) in realtà.
> Ovviamente da cotta la percentuale "apparente" crolla,
> triplicando di peso. Ma come prima, il contenuto d'acqua
> andrebbe scorporato dall'*****isi della dieta e tenuto come
> voce a parte.
>
>>
>> Come mai non fa vermi?
>
> non ha acqua ed è estremamente dura e compatta.

a parziale rettifica e integrazione.
Che non abbia acqua, ovviamente era un'iperbole.
Ne ha non oltre un 15 % mi pare (non ricordo bene, ma è un
termine di legge).
Sulla compattezza non ci piove : è come cemento da rosicchiare.
Questo aspetto è più deterrente (anche i coleotteri mangia
legno aggrediscono quello marcio, raramente affrontano con
le ganasce il legno perfettamente conservato : non riescono
a consumarne abbastanza in un dato tempo per sfamarsi).
L'acqua poi è una questione relativa, nel senso che tanti
insetti sono in grado di farsi bastare la semplice "acqua
metabolica", che si ottiene bruciando i nutrienti e
facendone tesoro. I grassi (che paradossalmente sono tra le
sostanze più anidre di per sé) in particolare producono
molta acqua metabolica, poiché hanno una più alta
percentuale di IDROGENO rispetto agli altri nutrienti.
Immagazzinare scorte di "acqua anidra, latente" è una
strategia usata persino dai cammelli e dromedari.
Nella gobba non immagazzinano acqua (che perderebbero per
traspirazione), ma grasso.
Poi bruciando lentamente il grasso, si produce l'acqua
"metabolica". Gli insetti non hanno grandi scorte, ma spesso
hanno esoscheletri poco permeabili per cui possono
traspirare poco, come le foglie di piante grasse.

LA mancanza di acqua cmq rallenta enormemente lo sviluppo di
muffe e batteri vari, che per almeno alcune funzioni
richiedono proprio umidità tal quale.
Gli insetti adatti possono attaccare tranquillamente i
chicchi interi. Ho incontrato coleotteri con delle ganasce
tanto valide da ritagliare perfetti fori circolari nella
PLASTICA dura delle confezioni di fagioli e ceci secchi
(duri come pietre), e poi i semi stessi. Non erano grandi,
pochi mm. Li chiamavo i "trivellini". Vivevano interamente
dentro un seme "secco", e quindi avevano un fabbisogno di
acqua veramente basso.

> La farina invece, in particolare integrale (che è
> notevolmente più ricca di milerali e vitamine, e anche
> grassi pregiati), fa i vermi eccome, e in fretta.
> Ma probabilmente un tipo di ******* estremamente parco nella
> gestione "idrica".
>
>
>>
>>
>>
>>> Energy 34 kcal
>>> Protein 0.84 g/hg
>>> Fat 0.19 g/hg
>>> Sugars 7.86 g/hg
>>> Folate 21 mcg/hg
>>> Vit. A 169 mcg/hg
>>>
>>> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2311
>>> 09236, Peaches, yellow, raw
>>> Water 88.87 g/hg
>>> Energy 39 kcal
>>> Protein 0.91 g/hg
>>> Fat 0.25 g/hg
>>> Sugars 8.39 g/hg
>>> Folate 4 mcg/hg
>>> Vit. A 16 mcg/hg
>>>
>>> https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/2279
>>> 09191, Nectarines, raw
>>> Water 87.59 g/hg
>>> Energy 44 kcal
>>> Protein 1.06 g/hg
>>> Fat 0.32 g/hg
>>> Sugars 7.89 g/hg
>>> Folate 5 mcg/hg
>>> Vit. A 17 mcg/hg
>>>
>>> Bye,
>>>
>>> *GB*
>>
>
> cavoli ne hanno meno ancora di quanto ricordassi.
> Ad ogni modo non sono poi sbilanciatissime. Per uso umano,
> si consiglia una dieta in cui le proteine siano tra il 10 e
> il 15 % delle calorie totali. In questa frutta, che è a
> ragione ritenuta poco proteica, si viaggia poco sotto il 10
> %. Insomma lungi dall'essere aproteiche in senso assoluto.
>
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
*GB* 11 Set 2017 23:12
Il 11/09/2017 21:34, Soviet_Mario ha scritto:

> Ovviamente da cotta la percentuale "apparente" crolla, triplicando di
> peso. Ma come prima, il contenuto d'acqua andrebbe scorporato
> dall'*****isi della dieta e tenuto come voce a parte.

Sono d'accordo. Bisognerebbe valutare i nutrienti al netto dell'acqua,
in quanto quest'ultima può venire facilmente aggiunta o tolta. E
l'organismo sa altrettanto facilmente separarla. Altrimenti un brodo non
sarebbe così nutriente. Invece gli spartani preferivano il brodo di
carne e barbabietole alle bistecche con patate.

> La farina invece, in particolare integrale (che è notevolmente più ricca
> di milerali e vitamine, e anche grassi pregiati), fa i vermi eccome, e
> in fretta.

Se (come è probabile) le larve hanno bisogno di folati e vit. A per
svilupparsi, nella pasta non integrale tali vitamine sono a zero.

> cavoli ne hanno meno ancora di quanto ricordassi.

Beh, albicocche (1,4 g/hg), avocado (2 g/hg) e guava (2,55 g/hg) ne
hanno di più. Comunque niente a che vedere con pistacchi crudi (20,16
g/hg) e arachidi crude (25,80 g/hg).

Bye,

*GB*
ADPUF 13 Set 2017 19:50
*GB* 20:57, lunedì 11 settembre 2017:
> Il 11/09/2017 17:01, Kernelio ha scritto:
>
>> A pensarci bene ho lasciato varie volte la pasta, ma mai
>> sviluppatisi versi.
>>
>> La pasta ha il 7% circa di proteine.
>>
>> Come mai non fa vermi?
>
> Attenzione che la tua osservazione di larve sviluppatesi su
> avanzi di frutta dimostra che esse possono nutrirsene, ma la
> tua mancata osservazione di larve sviluppatesi sulla pasta
> non dimostra nulla.
>
> Infatti un motivo per cui non hai trovato larve sulla pasta
> può essere che la ******* è stata attratta dall'odore di frutta
> o di carne e ha preferito deporre le uova altrove. Senza
> uova, niente larve.
>
> Un'altra possibilità riguarda il contenuto di acqua della
> frutta: essendo molto alto, la frutta impiega molto tempo (a
> meno che non stia a seccare al sole) per disidratarsi
> completamente, per cui sotto la superficie essiccata le larve
> ci trovano ancora abbastanza acqua per svilupparsi. Invece la
> pasta tende a essiccarsi in maniera più omogenea, così se le
> larve non ci trovano abbastanza acqua (allo stato liquido,
> non di cristallizzazione), non possono svilupparsi.


Ci sono larve che si sviluppano dentro i pacchetti della
farina... lì è alquanto secco... forse gli basta l'umidità
dell'aria?



--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
ADPUF 13 Set 2017 19:54
Soviet_Mario 21:44, lunedì 11 settembre 2017:

> Sulla compattezza non ci piove : è come cemento da
> rosicchiare. Questo aspetto è più deterrente (anche i
> coleotteri mangia legno aggrediscono quello marcio, raramente
> affrontano con le ganasce il legno perfettamente conservato :
> non riescono a consumarne abbastanza in un dato tempo per
> sfamarsi).


Ci sono larve che rosicchiano la legna tagliata e messa a
seccare, li trovo quando li butto nella stufa, bei larvotti da
1 cm x 3 mm, potrei venderli ai pescatori...

Sono praticamente due ganasce marroncine seguite da un
sacchetto bianco.

Si lasciano dietro gallerie piene di polvere di legno.


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
ADPUF 13 Set 2017 20:00
*GB* 23:12, lunedì 11 settembre 2017:

> Il 11/09/2017 21:34, Soviet_Mario ha scritto:
>
>> Ovviamente da cotta la percentuale "apparente" crolla,
>> triplicando di peso. Ma come prima, il contenuto d'acqua
>> andrebbe scorporato dall'*****isi della dieta e tenuto come
>> voce a parte.
>
> Sono d'accordo. Bisognerebbe valutare i nutrienti al netto
> dell'acqua, in quanto quest'ultima può venire facilmente
> aggiunta o tolta. E l'organismo sa altrettanto facilmente
> separarla. Altrimenti un brodo non sarebbe così nutriente.
> Invece gli spartani preferivano il brodo di carne e
> barbabietole alle bistecche con patate.


Premesso che le patate erano sconosciute a Sparta, Atene e
Tebe, e anche a Roma... le bistecche di vacca, se c'erano,
erano molto costose, credo che nell'area mediterranea si
mangiasse pecore e galline.

Gli spartani vivevano in una zona povera e, se capisco bene la
loro psicologia, facevano un vanto delle loro limitazioni.

Come quegli aristocratici decaduti che pur poveri non
lavorano "per dignità".


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Soviet_Mario 13 Set 2017 21:10
Il 13/09/2017 19:54, ADPUF ha scritto:
> Soviet_Mario 21:44, lunedì 11 settembre 2017:
>
>> Sulla compattezza non ci piove : è come cemento da
>> rosicchiare. Questo aspetto è più deterrente (anche i
>> coleotteri mangia legno aggrediscono quello marcio, raramente
>> affrontano con le ganasce il legno perfettamente conservato :
>> non riescono a consumarne abbastanza in un dato tempo per
>> sfamarsi).
>
>
> Ci sono larve che rosicchiano la legna tagliata e messa a
> seccare, li trovo quando li butto nella stufa, bei larvotti da
> 1 cm x 3 mm, potrei venderli ai pescatori...
>
> Sono praticamente due ganasce marroncine seguite da un
> sacchetto bianco.
>
> Si lasciano dietro gallerie piene di polvere di legno.

si, i rodilegno. Credo siano larve di cervo volante o di un
altro coleottero. Ad ogni modo ti garantisco che appena
possono, preferiscono di gran lunga il legno marcescente.
Che poi possano cavarsela anceh con quello buono può essere.
Magari un pioppo o qualche essenza meno dura e meno tannica
(probabilmente anche meno resinosa).
Un ceppo mezzo marcio lo riducono a un colabrodo, e fanno la
cacca più molla :\ forse perché mangiano più tanto e più
acquoso, boh.
Fanno impressione, sono tutti mollicci, ma hanno una testa
coriacea e mascelluta da far paura.

>
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
*GB* 14 Set 2017 01:08
Il 13/09/2017 19:50, ADPUF ha scritto:

> Ci sono larve che si sviluppano dentro i pacchetti della
> farina... lì è alquanto secco... forse gli basta l'umidità
> dell'aria?

Al riguardo, ci sono due risposte di Soviet_Mario per te (ma non si
tratta di larve di ******* che sono quelle che interessavano all'OP).

Bye,

*GB*
*GB* 14 Set 2017 01:27
Il 13/09/2017 20:00, ADPUF ha scritto:

>> Invece gli spartani preferivano il brodo di carne e
>> barbabietole alle bistecche con patate.
>
> Premesso che le patate erano sconosciute a Sparta, Atene e
> Tebe, e anche a Roma... le bistecche di vacca, se c'erano,
> erano molto costose, credo che nell'area mediterranea si
> mangiasse pecore e galline.

Non contrasta minimamente con quello che ho scritto io lì sopra.

Comunque, l'insegna di un ristorante nell'antica Pompei riportava il
menu di allora:

http://old.mirf.ru/Articles/25/5167/pompei.jpg
("Abbiamo per cena pollo, pesce, prosciutto, pavone, o cacciatori")

La H di "habemus" manca perché già allora non era pronunciata dai
rustici (la scrivevano solo i dotti).

> Gli spartani vivevano in una zona povera e, se capisco bene la
> loro psicologia, facevano un vanto delle loro limitazioni.

Ma certo. Infatti si nutrivano di brodo di carne (di pecora o gallina
come hai precisato tu) e barbabietole.

Bye,

*GB*
*GB* 14 Set 2017 01:49
Il 14/09/2017 01:27, *GB* ha scritto:

> Comunque, l'insegna di un ristorante nell'antica Pompei riportava il
> menu di allora:

Manca l'indicazione del vino. Dai ritrovamenti nelle anfore di navi
romane affondate, parrebbe che fosse quasi sempre vino bianco ad alta
gradazione alcolica, come l'attuale Gewürztraminer.

Bye,

*GB*

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La chimica | Tutti i gruppi | it.scienza.chimica | Notizie e discussioni chimica | Chimica Mobile | Servizio di consultazione news.