La chimica
 

separazione propilenglicolo da etanolo

pg.ghezzi@gmail.com 20 Ago 2017 10:39
Buongiorno, spero che questo sia il posto corretto per questa domanda.

Ho una soluzione composta da 50% glicole propilenico e 50% etanolo. Vorrei fare
evaporare tutto l'alcool per rimanere solo con il glicole. Per determinati
motivi non posso scaldare la soluzione a più di 65C.

Quale è il metodo migliore? Come posso essere sicuro della completa
evaporazione dell'alcool? Vi sono dei metodi per misurare la presenza di alcool
che posso utilizzare?

Grazie e scusate la domanda da principiante.

Pg
Soviet_Mario 21 Ago 2017 03:16
Il 20/08/2017 10:39, pg.ghezzi@gmail.com ha scritto:
> Buongiorno, spero che questo sia il posto corretto per questa domanda.
>
> Ho una soluzione composta da 50% glicole propilenico e 50% etanolo. Vorrei
fare evaporare tutto l'alcool per rimanere solo con il glicole. Per determinati
motivi non posso scaldare la soluzione a più di 65C.

è più che sufficiente, anche se ci vuole del tempo (quanto
non saprei però). Inoltre, se per caso possiedi una pompa da
vuoto, allora converrebbe abbassare anche la temperatura.

>
> Quale è il metodo migliore?

distillazione "semplice". Non occorre neppure un
frazionatore, data la notevole differenza dei punti di
ebollizione

> Come posso essere sicuro della completa evaporazione dell'alcool?

ecco, l'aggettivo COMPLETA potrebbe essere fonte di rogne.
Quanto completa ? 1 % della quantità iniziale sarebbe
accettabile ? Sarebbe ancora troppo ?
Considera che puoi spingere la completezza solo aumentando
il tempo, il che significa anche accettando qualche perdita
di glicole.
Oppure con un frazionatore. Ma è davvero necessario ? Che
genere di problemi crea qualche per cento di etanolo in
glicole ?

> Vi sono dei metodi per misurare la presenza di alcool che posso utilizzare?

non penso, a meno che tu non abbia un gas cromatografo e/o
uno spettrometro di massa.
Il fatto è che chimicamente le due sostanze appartengono
alla stessa classe (e ciò è rognoso per separarle su base
chimica), ma fortunatanemte i P.eb. sono molto diversi.

>
> Grazie e scusate la domanda da principiante.

mah ... è una domanda assolutamente plausibile, anche se
difficile da soddisfare :)

>
> Pg
>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
ADPUF 21 Ago 2017 22:08
Soviet_Mario 03:16, lunedì 21 agosto 2017:
> Il 20/08/2017 10:39, pg.ghezzi@gmail.com ha scritto:
>>
>> Ho una soluzione composta da 50% glicole propilenico e 50%
>> etanolo. Vorrei fare evaporare tutto l'alcool per rimanere
>> solo con il glicole. Per determinati motivi non posso
>> scaldare la soluzione a più di 65C.
>
> è più che sufficiente, anche se ci vuole del tempo (quanto
> non saprei però). Inoltre, se per caso possiedi una pompa da
> vuoto, allora converrebbe abbassare anche la temperatura.
>
>>
>> Quale è il metodo migliore?
>
> distillazione "semplice". Non occorre neppure un
> frazionatore, data la notevole differenza dei punti di
> ebollizione
>
>> Come posso essere sicuro della completa evaporazione
>> dell'alcool?
>
> ecco, l'aggettivo COMPLETA potrebbe essere fonte di rogne.
> Quanto completa ? 1 % della quantità iniziale sarebbe
> accettabile ? Sarebbe ancora troppo ?
> Considera che puoi spingere la completezza solo aumentando
> il tempo, il che significa anche accettando qualche perdita
> di glicole.
> Oppure con un frazionatore. Ma è davvero necessario ? Che
> genere di problemi crea qualche per cento di etanolo in
> glicole ?
>
>> Vi sono dei metodi per misurare la presenza di alcool che
>> posso utilizzare?
>
> non penso, a meno che tu non abbia un gas cromatografo e/o
> uno spettrometro di massa.
> Il fatto è che chimicamente le due sostanze appartengono
> alla stessa classe (e ciò è rognoso per separarle su base
> chimica), ma fortunatanemte i P.eb. sono molto diversi.
>
>>
>> Grazie e scusate la domanda da principiante.
>
> mah ... è una domanda assolutamente plausibile, anche se
> difficile da soddisfare :)


Si potebbe separarli con una membrana a microbuchi?


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Soviet_Mario 22 Ago 2017 02:00
Il 21/08/2017 22:08, ADPUF ha scritto:
> Soviet_Mario 03:16, lunedì 21 agosto 2017:
>> Il 20/08/2017 10:39, pg.ghezzi@gmail.com ha scritto:
>>>
>>> Ho una soluzione composta da 50% glicole propilenico e 50%
>>> etanolo. Vorrei fare evaporare tutto l'alcool per rimanere
>>> solo con il glicole. Per determinati motivi non posso
>>> scaldare la soluzione a più di 65C.
>>
>> è più che sufficiente, anche se ci vuole del tempo (quanto
>> non saprei però). Inoltre, se per caso possiedi una pompa da
>> vuoto, allora converrebbe abbassare anche la temperatura.
>>
>>>
>>> Quale è il metodo migliore?
>>
>> distillazione "semplice". Non occorre neppure un
>> frazionatore, data la notevole differenza dei punti di
>> ebollizione
>>
>>> Come posso essere sicuro della completa evaporazione
>>> dell'alcool?
>>
>> ecco, l'aggettivo COMPLETA potrebbe essere fonte di rogne.
>> Quanto completa ? 1 % della quantità iniziale sarebbe
>> accettabile ? Sarebbe ancora troppo ?
>> Considera che puoi spingere la completezza solo aumentando
>> il tempo, il che significa anche accettando qualche perdita
>> di glicole.
>> Oppure con un frazionatore. Ma è davvero necessario ? Che
>> genere di problemi crea qualche per cento di etanolo in
>> glicole ?
>>
>>> Vi sono dei metodi per misurare la presenza di alcool che
>>> posso utilizzare?
>>
>> non penso, a meno che tu non abbia un gas cromatografo e/o
>> uno spettrometro di massa.
>> Il fatto è che chimicamente le due sostanze appartengono
>> alla stessa classe (e ciò è rognoso per separarle su base
>> chimica), ma fortunatanemte i P.eb. sono molto diversi.
>>
>>>
>>> Grazie e scusate la domanda da principiante.
>>
>> mah ... è una domanda assolutamente plausibile, anche se
>> difficile da soddisfare :)
>
>
> Si potebbe separarli con una membrana a microbuchi?
>

direi di no, le differenze dimensionali non sono neppure di
mezzo ordine di grandezza, nessun filtro ultrafiltrante
possiede una selettività simile.

Poi non posso sapere se esista qualche particolare forma di
zeolite o altro composto basato su chimica non covalente
host-guest in grado di beccare selettivamente solo uno dei
due. Ma anche fosse, il gioco non vale la candela.

Cmq : esercizio teorico (anche qui non vale la candela).

Qualche differenza chimica tra un alfa-*****lo e un mono
alcool c'è : la facilità di formare (e la stabilità) di
acetali e chetali.

Reagendo la miscela con una quantità di acetone anidro
limitante (stechiometrica al glicole propilenico) e catalisi
a base di HCl gas (anidro), si forma il chetale ciclico
(2,2,4-trimetil-1,3-*****ssolano) abbastanza stabile, e
l'etanolo sta alla porta (in assenza di competizione
chetalizza pure esso, ma ad es. richiede mezzi disidratanti
più efficaci dell'HCl, come la distillazione azeotropica con
trappola di Dean-Stark.

Una volta fatta la reazione a riflusso, facile e di buona
resa, non rapidissima, si raffredda con ghiaccio, si
neutralizza con bicarbonato acquoso ghiacciato.
L'etanolo passa in acqua, il chetale (*****ssolano) galleggia
a parte, e può venire separato in imbuto separatore.

Prima di proporre un'idrolisi adatta, resta da sapere se
serve ottenere il nostro glicole ANIDRO oppure se darebbe
fasti***** anche l'acqua. Se è la seconda, è una grana e non
ho ancora pensato come si potrebbe idrolizzare con acqua
stechiometrica. Imho fallirebbe, misurando l'acqua esatta
b*****mente. L'idrolisi cmq è di nuovo acido catalizzata.


>


--
1) Resistere, resistere, resistere.
2) Se tutti pagano le tasse, le tasse le pagano tutti
Soviet_Mario - (aka Gatto_Vizzato)
pg.ghezzi@gmail.com 22 Ago 2017 21:48
Grazie mille, sei stato chiarissimo e di grande aiuto!

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

La chimica | Tutti i gruppi | it.scienza.chimica | Notizie e discussioni chimica | Chimica Mobile | Servizio di consultazione news.